MiBACT per la fotografia

#1 – Palermo MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio

La fotografia, l’antropologia, la Sicilia: patrimoni ed esperienze. Una giornata di studio

27 maggio Museo Nazionale delle Marionette

Nell’ottica di definire un piano di sviluppo strategico per adattare l’intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha indetto gli Stati Generali della Fotografia: giornate di dibattito e di confronto con fotografi, operatori, conservatori e addetti a vario titolo ai lavori. La giornata inaugurale si è svolta a Roma il 6 aprile scorso, e la seconda il 5 maggio a Reggio Emilia, in occasione del Festival Fotografia Europea. A questi appuntamenti, ne seguiranno altri in tutta Italia. Il primo si tiene il 27 maggio 2017, a Palermo, promosso dall’Associazione Culturale Église, che riunisce giovani fotografi attivi sul territorio, con la collaborazione dell’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari, del Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino” e della Fondazione Buttitta. Il programma della giornata è stato steso, di concerto con i promotori dell’iniziativa, da Francesco Faeta, antropologo, docente di antropologia visuale. La giornata di studi si propone di esperire un percorso capillare di dibattito e di confronto, particolarmente dedicato alla fotografia nel suo rapporto con il territorio siciliano e con speciale attenzione per la realtà antropologica. Di seguito il programma dell’iniziativa, che chiama a raccolta, studiosi, conservatori e responsabili di archivi, docenti di fotografia, fotografi e che si articolerà in tre tavole rotonde: la prima, dal titolo Scrivere con la luce di Sicilia, farà dialogare tra loro tre grandi personalità della storia della fotografia e della cultura siciliana; la seconda, dal titolo Patrimoni, tenterà una prima, indicativa, ricognizione dei patrimoni fotografici esistenti sull’isola e delle problematiche loro connesse; la terza, dal titolo Esperienze, attraverso il dialogo e il confronto tra generazioni diverse di fotografi siciliani, sonderà le possibilità del mezzo rispetto alla scrittura della storia e dell’antropologia del territorio. La giornata e le tavole rotonde saranno coordinate da Lorenza Bravetta, Ignazio Buttitta, Benedetta Donato e Francesco Faeta.

Ore 9.30
Saluti istituzionali

Ore 10.00
Presentazione della giornata
La fotografia, l’antropologia, la Sicilia

Lorenza Bravetta – Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Introduzione: La fotografia, l’antropologia, la Sicilia

Francesco Faeta – docente Università di Messina, Università “Sapienza” di Roma

Ore 10.30 – 11.30

Scrivere con la luce di Sicilia

Letizia Battaglia – fotografa, direttrice del Centro Internazionale di Fotografia di Palermo
Giovanni Chiaramonte – fotografo, docente IULM Milano e NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano
Fausto Giaccone – fotografo

Patrimoni ed esperienze per la conoscenza della fotografia di argomento siciliano

Ore 11.30 – 13.30

Patrimoni

Introduce e modera:
Ignazio Buttitta – docente Università di Palermo e presidente Fondazione Ignazio Buttitta

Fototeca Regionale Siciliana - Centro Regionale per l’inventario e la catalogazione:

Orietta Sorgi – dirigente Centro Regionale per l’Inventario e la Catalogazione
Michele Di Dio – Centro Regionale per l’Inventario e la Catalogazione

Fondi antichi e fondi legati all’esperienza degli scrittori Giuseppe Incorpora, Eugène Sevaistre, Giovanni Verga, Luigi Capuana, Federico De Roberto, Lucio e Casimiro Piccolo di Calanovella:

Michele Di Dio – Centro Regionale per l’Inventario e la Catalogazione

Soprintendenza archivistica della Sicilia - Archivio di Stato di Palermo:

Claudio Torrisi – direttore Soprintendenza archivistica della Sicilia - Archivio di Stato di Palermo

Fondazione Ignazio Buttitta:

Ignazio Buttitta – docente Università di Palermo; presidente, Fondazione Ignazio Buttitta

Fondi Wilhelm Von Gloeden:

Mario Bolognari – docente Università di Messina

Scuola di Scienze Umane e del Patrimonio Culturale – UNIPA:

Girolamo Cusimano – docente Università di Palermo

Documenti fotografici dell’Atlante linguistico ed etnografico dell’Italia e della Svizzera meridionale di P.Scheuermeier e G. Rohlfs:

Giovanni Ruffino – docente e presidente, Centro di Studi Filologici e Linguistici Siciliani, Università di Palermo

Serie siciliane del Gabinetto Fotografico Nazionale, Roma:

Clemente Marsicola – vicedirettore dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione
Alessandro Coco – fotografo, ICCD Roma

Fondi Sellerio, Palermo: Enzo Sellerio, Interguglielmi, Edoardo Alfano:

Erminia Scaglia - Storico dell’Arte e della Fotografia

Fondi dei fotografi di paese in Sicilia:

Rosario Perricone – docente, ABBAA Palermo

Fondo De Gregorio:

Giovanni Purpura

Fondo Achille Palermo e fondi storici sulla seconda guerra mondiale in Sicilia:

Ezio Costanzo – storico, giornalista

Archivio Pozzi Bellini:

Aldo Bonzi – Graphicolor Roma

Archivio storico di Franco e Giusto Scafidi, Palermo:

Franco Scafidi – fotografo, Archivio Franco e Giusto Scafidi

Archivio Enzo Brai, Palermo:

Enzo Brai





Ore 15.00 – 17.30

Esperienze

Introduce e modera:
Benedetta Donato – curatrice indipendente

Letizia Battaglia – direttrice del Centro Internazionale di Fotografia di Palermo
Stefania Paxhia – direttore esecutivo e ideatrice Ragusa Photo Festival
Giuseppe Leone – fotografo
Melo Minnella – fotografo
Sandro Scalia – docente, ABBAA Palermo
Carmelo Bongiorno – docente, ABBAA Catania
Carmelo Nicosia – docente, ABBAA Catania
Fabio Sgroi – fotografo
Gaetano Pagano – fotografo
Gianni Cipriano – fotografo
Francesco Malavolta – fotografo

Ore 17.30
Conclusioni
Lorenza Bravetta, Francesco Faeta

Ore 18.00
Spettacolo di opera dei pupi
Ruggero d’Africa


promossa da:
Église - Associazione Culturale

con la collaborazione di:
Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari, Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino” e della Fondazione Ignazio Buttitta

#2 – Milano MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio

Fotografia e società: documento o espressione artistica?

Il progetto di un ciclo di conferenze itineranti si iscrive nell’ambito degli Stati generali della fotografia, indetti dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, con l’obiettivo di definire un piano di sviluppo strategico per adattare l’intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore, determinando nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale. Un percorso capillare di dibattito e di confronto con operatori e addetti ai lavori, volto a far emergere le linee guida, i temi di policy, gli ambiti di intervento prioritario, dando voce alle molteplici realtà del territorio e approfondendo temi e settori specifici del medium fotografico.
Dopo la prima tappa il 27 maggio a Palermo, dedicata alla fotografia come strumento identitario e di indagine antropologica, il secondo appuntamento si terrà l’8 giugno a Milano presso la Triennale, in collaborazione con il Comune e con il Museo di Fotografia Contemporanea, in occasione della PhotoWeek, interrogando un sistema che distingue la fotografia tra documento sociale ed espressione artistica.
Soggetto, iconografia, contesto storico, attualità, e ancora canali di condivisione, vendita o appropriazione. La fotografia offre infiniti punti di accesso, letture e classificazioni, sia dal punto di vista semantico che di sistema, nonostante spesso vi sia la tendenza a ridurre la questione a una distinzione binaria tra documento sociale ed espressione artistica. Ma è proprio in virtù di questa distinzione che la fotografia gode – già dagli anni ’90 - di un’identità duplice, in un circuito specializzato di gallerie, collezioni, musei e scuole, e in dialogo con l’arte contemporanea, dove contribuisce a una ricognizione complessa del mondo delle immagini. Eppure oggi, nell’era di internet, del digitale e della post-verità, sembra legittimo interrogare un regime, che pur utile, ha limitato opportunità e interpretazioni trasversali della fotografia.

Introduzione e saluti istituzionali:
Clarice Pecori Giraldi – Vicepresidente La Triennale di Milano
Anna Maria Montaldo – Direttrice dell’Area Polo Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Milano
Giovanna Calvenzi – Presidente Museo Fotografia Contemporanea, Milano - Cinisello Balsamo
Lorenza Bravetta – Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale

Modera:
Catterina Seia – Vicepresidente Fitzcarraldo

Relatori:
Matteo Balduzzi – Museo di Fotografia Contemporanea, curatore del progetto Identity Flows_Visual Routes Across the Mediterranean Sea, Gibellina, Malaga, Lecce, Salonicco, Milano 2015-2017
Raffaella Cortese – Gallerista, Milano
Filippo Maggia – Curatore del progetto Lying in Between, Hellas 2016
Linda Fregni Nagler – Artista
Giacinto Palladino, Alessandro de Lisi – First Social Life, curatori del progetto Verso il Museo del dialogo e della fiducia per il Mediterraneo, Lampedusa 2016
Beatrice Trussardi – Presidente Fondazione Nicola Trussardi
Bas Vroege – Fondatore e Direttore di Paradox, Rotterdam
Tobias Zielony – Artista

#3 – Senigallia MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio

Terra di fotografia: l'influenza marchigiana sulla fotografia in Italia dal secondo dopoguerra.
Una giornata di studio

promossa da Comune di Senigallia, Musinf, Fondazione Senigallia

Senigallia, 17 giugno 2017
Rotonda a mare

Nell'ottica di definire un piano di sviluppo strategico per adattare l'intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha indetto gli Stati Generali della Fotografia: giornate di dibattito e di confronto con fotografi, operatori, conservatori e addetti ai lavori. La giornata inaugurale si è svolta a Roma il 6 aprile scorso, e la seconda il 5 maggio a Reggio Emilia, in occasione del Festival Fotografia Europea.

Sulla scia di questi primi appuntamenti, è stato avviato un percorso di approfondimento, con giornate di studio e tavole rotonde, su tutto il territorio nazionale “MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio”.

La prima tappa sarà il 27 maggio a Palermo, con una giornata di studio dal titolo La fotografia, l’antropologia, la Sicilia: patrimoni ed esperienze, promossa dall'Associazione Culturale Église, che riunisce giovani fotografi attivi sul territorio, in collaborazione con l’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari, il Museo Internazionale delle Marionette "Antonio Pasqualino" e la Fondazione Ignazio Buttitta. La seconda, l’8 giugno a Milano in Triennale, promossa dal Comune di Milano e dal Museo di Fotografia Contemporana in occasione della Photoweek, con una tavola rotonda dal titolo Fotografia e società: documento o espressione artistica?, che vedrà confrontarsi sul tema ospiti italiani e stranieri.

Il 15 luglio sarà la volta di Senigallia, con una giornata di studio dal titolo Terra di fotografia: l’influenza marchigiana sulla fotografia in Italia dal secondo dopoguerra, promossa dal Comune di Senigallia, dalla Fondazione Senigallia e dal Musinf.

Le Marche sono considerate terra di fotografia, avendo dato vita, negli anni ’50, ad esperienze riconosciute quali tasselli fondamentali per la cultura fotografica nazionale. La giornata di studi, che chiama a raccolta esperti, responsabili di archivi, docenti di fotografia e fotografi, prende avvio da una riflessione circa l’influenza, dal secondo dopoguerra a oggi, della fotografia marchigiana su quella italiana, con l’obiettivo di individuarne le esperienze più significative e di far emergere nuove forme di valorizzazione possibile, anche per il territorio, in una prospettiva nazionale e internazionale.

Di seguito il programma dell'iniziativa, che si articolerà in due tavole rotonde. La prima, dal titolo “Archivi: esperienze di formazione, catalogazione, conservazione e valorizzazione”, moderata da Laura Moro, Direttore dell’Istituto centrale per il Catalogo e la Documentazione, proporrà una ricognizione dei patrimoni fotografici esistenti sul territorio e delle dinamiche loro connesse. La seconda, dal titolo “La fotografia marchigiana: esperienze artistiche e documentaristiche”, moderata dal prof. Gianmario Raggetti, si focalizzerà su esperienze di autori marchigiani del passato e del presente e della loro incidenza sul percorso della fotografia italiana.
Le conclusioni saranno affidate a François Hebel, già direttore dei Rencontres d’Arles e attuale direttore artistico del Mois de la Photo du Grand Paris, per un’analisi sulla possibile valorizzazione e internazionalizzazione di un territorio attraverso la fotografia.

Ore 10.30:
Saluti istituzionali


Maurizio Mangialardi - Sindaco di Senigallia
Luca Ceriscioli - Presidente della Giunta regionale delle Marche
Peter Aufreiter - direttore Galleria Nazionale delle Marche
Lorenza Bravetta - Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale

Ore 11.00 – 13.30
Gli Archivi: esperienze di formazione, catalogazione, conservazione, valorizzazione


Modera:
Laura Moro - direttore ICCD – MiBACT

Intervengono:
Lorenzo Cicconi Massi
L’Archivio Mario Giacomelli e Gruppo Misa
Emanuela Balelli
L’esperienza del Centro studi Carlo Balelli, Macerata
Katiuscia Biondi Giacomelli
L’archivio Giacomelli di Sassoferrato
Enzo Carli
L’Archivio del Manifesto Passaggio di Frontiera
Gioacchino Castellani
L’associazionismo fotografico nelle Marche e l’esperienza dell’Accademia Sali d'argento
Domizia Carafoli
L’Archivio Carafoli e il Premio Carafoli Corinaldo
Lidia Barucca Ferroni
Testimonianza sulla raccolta Ferruccio Ferroni
Giorgio Bonomi
Archivio italiano dell'autoritratto
Michelangelo Guzzonato (Fondazione Senigallia)
Catalogazione dell' Archivio Giorgio Pegoli-Io Fotoreporter

Ore 13.30 – 15.00
Sospensione lavori



Ore 15.00 – 17.30
La fotografia marchigiana: esperienze artistiche e documentaristiche


Modera:
Giamario Raggetti - Università di Ancona

Intervengono:
Carlo Emanuele Bugatti
La fotografia e la grande bellezza del made in Italy
Paolo Sorcinelli (Università Bologna)
Il Paese in posa - Centro Studi di Palazzo Cassi
Ignacio Maria Coccia
Il mare piccolo, una Ricerca fotografica europea
Ada Antonietti
Museo Storia Mezzadria: Le fotografie di Mario Giacomelli per Sergio Anselmi
Umberto Solazzi
L'Archivio Cingolani-Giovenali e il gabinetto di restauro del Musinf
Vincenzo Marzocchini
Per una storia della fotografia nelle Marche
Luigi Ricci
Ivo Pannaggi fotografo nelle pubblicazioni della Fondazione Pannaggi
Stefano Schiavoni
Progetti e Archivi della Bibioteca di arti visive del Musinf

Ore 17.30 – 18.30
Conclusioni


François Hebel
La valorizzazione del territorio attraverso la fotografia

#4 – Torino MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio

Carte fotografiche.
Il censimento delle raccolte e degli archivi fotografici in Italia

L’atto del censire, catalogare, sistematizzare gli elementi del dominio dell’esistenza umana fonda le sue radici nella convinzione che per avere uno sguardo sul mondo non sia necessario creare una riproduzione del mondo; al contrario, serve una lente che consenta di abbracciarlo tutto per categorie, sistemi, unità. Censire dunque è l’atto privilegiato del riconoscimento di valore; momento fondativo dell’esistenza di un bene, segna il confine di ciò che è patrimonio nel momento in cui viene riconosciuto come tale.

Come configurare oggi, nell’era delle connessioni virtuali che il world wide web esponenzialmente consente, la necessità di continuare a creare mappe? Quale declinazione contemporanea all’idea del sapere enciclopedico? Ha ancora senso distinguere tra sistemi di conoscenza gerarchicamente strutturati rispetto a sistemi orizzontali costruiti su libere associazioni di significato? Quale destino epistemologico per le fotografie che esistono?

Ore 12:00
Incontro stampa


Walter Guadagnini – Direttore di CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia
Lorenza Bravetta – Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale
Laura Moro – Direttore dell’Istituto centrale per il catalogo e documentazione
Antonella Parigi – Assessore alla Cultura, Turismo, Regione Piemonte
Francesca Leon– Assessora alla Cultura, Città di Torino
Nicola Ricciardi – Direttore Officine Grandi Riparazioni, Fondazione CRT


Ore 15:00 – 18:00
Tavola rotonda


Modera:
Laura Moro– Direttore dell’Istituto centrale per il catalogo e documentazione

Intervengono:
Cristina Baldacci – Storica dell’arte contemporanea, ICI Berlin Institute for Cultural Inquiry
Vincenzo Castella – Fotografo
Aldo Gangemi – Direttore del Semantic Technology Lab dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del CNR
Monica Grossi– Direttore dell’Archivio di Stato di Torino
Maurizio Guerri – Istituto nazionale “Ferruccio Parri”, Accademia di belle arti di Brera

Ore 19:00
Incontro con Erik Kessels, in occasione della mostra retrospettiva “The Many Lives of Erik Kessels”

#5 – Treviso MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio

Cosa guardi? La cultura delle immagini

Con l’avvento del digitale, dei nuovi media e dei social network, le immagini si appropriano di tutti i supporti del nostro quotidiano. Dalla macchina fotografica digitale agli smart phones, l’immagine accompagna ogni momento della vita di ciascuno.
In questo contesto storico e sociale, la necessità di un’educazione allo sguardo si fa ogni giorno più urgente. Insegnare ai giovani a pensare il mondo in immagini, ponendo il quesito di ciò che può essere oggi la rappresentazione del reale e trasmettendo loro i codici del linguaggio fotografico, per formare nuove generazioni di osservatori consapevoli.

Ore 17.00 - 19.00
Tavola rotonda


Modera:
Enrico Bossan – Direttore artistico area Editorial - Fabrica

Intervengono:
Marta Bottiani – Psicologa orientamento psicoanalitico
Guido Brivio – Filosofo
Nino Migliori – Fotografo
Luca Panaro – Critico e curatore
Sergio Staino – Disegnatore satirico e giornalista

#6 – Cortona MiBACT per la fotografia: nuove strategie e nuovi sguardi sul territorio

Una tribù che scatta.
Instagram come alfabeto delle immagini

Instagram ha trasformato tutti in produttori d'immagine e ha aperto le porte del linguaggio fotografico: la fotografia è diventata lo strumento privilegiato per raccontare il mondo e la contemporaneità. Se fino a pochi anni fa per fare foto servivano tecnica e strumenti, con la diffusione di smartphone e dei social media tutti hanno imparato a gestire l’immagine e usarla per comunicare. Chiunque parla con le immagini, trasmette emozioni, racconta eventi, condivide momenti. In questo processo ciò che era personale è diventato pubblico.

Una transizione che non ha riguardato solo i singoli: brand, aziende e istituzioni hanno dovuto reinventare il loro linguaggio e la loro comunicazione.

In questo flusso infinito di scatti prodotti giornalmente utenti, aziende e istituzioni parlano con gli stessi strumenti trasformando il paradigma della comunicazione da verticale a orizzontale. Uno scambio continuo, sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro che ha abbattuto quel muro invisibile tra produttori di contenuti e fruitori, che potenzialmente può accorciare le distanze che separano le istituzioni dal pubblico. La disponibilità di un terreno neutro e un linguaggio comune con l’utenza è forse una delle più grandi opportunità che le istituzioni hanno in questo momento storico.

Cittadini, aziende, personaggi, istituzioni: un’unica grande tribù che fa della piazza virtuale un luogo di confronto, di scambio e di conoscenza.

Ore 10.30:
Saluti istituzionali

Francesca Basanieri – Sindaco di Cortona
Lorenza Bravetta – Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale
Antonio Carloni – Direttore Cortona On The Move
Ore 10.45 - 11.30 Tavola rotonda

Modera:
Adele Sarno – Huffington Post

Intervengono:
Lavinia Parlamenti – Fotografa Everyday_italy
Marina Sersale – Fotografa Hikary Creative
Massimo Siragusa – Fotografo
Giulia Ticozzi – Photoeditor di La Repubblica